La nostra scuola...

 

La scuola dell’infanzia Domenico Corà ha avviato la propria attività nel 1967 in uno stabile appositamente costruito per volere del Comm. Domenico Corà in Piazza del Donatore a Tavernelle di Sovizzo. Nel 1977 si è trasferita nello stabile attuale, realizzato e completato dagli eredi al preciso scopo di concretizzare il desiderio di mettere a disposizione della Comunità una Scuola più moderna e soprattutto più ampia e consona alle mutate esigenze del paese. Con Decreto Regionale nr. 488/5714 del 28/02/2001 ha ottenuto il riconoscimento di Scuola Paritaria.

Situata al centro del paese, in prossimità della chiesa Parrocchiale e della Piazza, è dotata di cinque aule, ciascuna con propri servizi igienici, un locale per il riposo pomeridiano dei bambini più piccoli, un ampio salone per le attività comuni come l’attività motoria e ludica, un'aula attrezzata per le attività di laboratorio e di integrazione, un’ampia e luminosa sala da pranzo: la cucina è interna.

Seppur ispirata ai principi della pedagogia cristiana è aperta ai bambini di tutte le professioni religiose purché i genitori ne condividano il Progetto Educativo e si prefigge lo scopo di accogliere, custodire ed educare i bambini di entrambi i sessi, dai tre anni ai sei anni. Possono, altresì, essere iscritti le bambine e i bambini che compiano tre anni di età dopo il 31 dicembre e comunque non oltre il termine del 30 aprile dell’anno successivo.

L’inserimento di bambini e bambine portatori di handicap o in particolari condizioni di svantaggio non è soggetto ad alcuna preclusione e il loro inserimento sarà effettuato applicando le norme attualmente vigenti in materia.

La scuola garantisce la formazione integrale del bambino quale soggetto portatore di diritti e di bisogni nella consapevolezza che egli è una persona in continua evoluzione ed interazione con altri bambini, adulti, l’ambiente e la cultura.

White frame 125

L’attività didattica è svolta nel rispetto degli Orientamenti didattico – educativi. (Decreto Ministeriale 3 giugno 1991 - Orientamenti dell'attività educativa nelle scuole materne statali).

L’idea guida che sta alla base dei nostri curricoli potrebbe riassumersi in questa frase del noto pedagogista Piaget:

“Insegnare qualcosa ad un bambino è come impedirgli di impararla perché le regole della vita comunitaria, i segni dei diversi codici della nostra cultura sono nei materiali, negli angoli specifici del gioco e del movimento affinchè i bambini imparino con le cose e operino con le cose, facendo esperienza diretta”.

Le classi possono essere omogenee o articolate su più fasce di età. Le lezioni seguono le indicazioni del calendario scolastico regionale ma nel concetto di autonomia la Scuola redige ogni anno, con adeguato anticipo, il proprio calendario con indicate le vacanze natalizie, pasquali, di carnevale le festività e i ponti in fra l’anno. Sono inoltre considerati giorni di vacanza tutti i sabati. Nella Scuola si osserva il seguente orario: entrata dalle ore 8.30 alle ore 9.00 e uscita dalle ore 15.15 alle ore 16.00. Per chi ne avesse necessità la scuola predispone il servizio di entrata anticipata a scuola dalle ore 7.30 e altresì un servizio di posticipo dell’orario di uscita.